primo utilizzo Bici Elettrica e-Roma 7.0 Lombardo 2018.
Guida e-Bike, Lombardo eBike

Pedalare dopo gli 80 e non sentirlo: grazie bici elettrica Lombardo!

In bici elettrica dopo i 60 anni non solo aiuta il fisico, ma rinforza lo spirito della persona.

Per coloro che abitano in pianura l’abbandono della bici coincide spesso con un decadimento generale che impedisce anche altri mezzi di trasporto.

Così non è per chi abita in collina con salite e discese all’interno dello stesso circuito urbano, salite che mettono a dura prova il cuore anche di persone molto più giovani.

L’equilibrio ancora c’è, pure la partenza da fermo non è un problema, se solo non fossero maledettamente dure le salite e perché no, anche le discese non scherzano…

La Lombardo bikes ha sempre avuto un attenzione speciale per le persone anziane, in fondo molti di loro sono cresciuti guidando bici Lombardo ed ora che il fiatone li costringe a scendere dalle muscolari è il momento di ricambiare la fiducia accordata.

Domenica mattina ho consegnato la seconda delle e-Bikes e-Roma 7.0 che avevo in ordine e devo dire che è stato impossibile non commuovermi:

vedere una persona ancora in forze che dopo aver usato per tutta la vita la bici scopre di non poterla più usare causa troppo fatica, è una brutta cosa da vedere e soprattutto da vivere in prima persona.

Bene, ora pensate la gioia della stessa persona, quando scopre che può continuare ad andarsene in giro in modo autonomo in bici elettrica senza scoppiare il cuore dalla fatica:

probabilmente neanche la sua prima bici lo aveva reso così felice!

Consegna e-bike e-Roma 7.0 2018 Lombardo bikes al cliente.

Consegna e-bike e-Roma 7.0 2018 Lombardo e-bikes al cliente.

Come sempre dopo aver montata e controllato la bici elettrica in ogni particolare, ho provveduto a spiegargli come si usa, come si accende, come si spegne, infatti l’unica differenza che una persona nota nella bici è il display e che deve accenderla prima di partire.

Tutto il resto è talmente silenzioso e naturale grazie al motore Bosch che non ci accorgiamo di guidare una bici elettrica fino al momento che non proviamo a spegnere il motore…

Finalmente si parte:

un piccolo giro nella spianata davanti casa già lo fa sorridere, al che gli dico vai a provare la salita che porta alla coop, una salita che probabilmente non osava più affrontare da minimo dieci, facile anche 20 anni e dove anche i giovani non allenati scoppiano facilmente con le muscolari.

Pedalare dopo gli 80 anni e farsi salite ripide e lunghe in scioltezza!

Non potete immaginare la sua contentezza quando è tornato da aver affrontato e vinto la ormai ex-durissima salita:

il motore Bosch con ben 63Nm di coppia e la batteria da ben 400 watt gli consentiranno di pedalare in relax in ogni percorso che si troverà ad affrontare nella quotidianità.

Tutto questo senza altre spese e scomodità che usare l’auto per fare 500 metri o al massimo un paio di Km, comportano sempre.

Le discese sono pericolose più delle salite, ma non con la Bici Elettrica:

Abituato alle vecchie bici con freni direi abbastanza ridicoli, scoprire che ora ci sono freni a disco ed idraulici, in grado di frenare anche se la forza nelle mani non è più quella di un tempo è stata come la ciliegina sulla torta.

Su mio consiglio ha ordinato la e-Roma 7.0 modello donna, dato che per chi avanti nell’età o

per chi è meno plastico, il modello uomo è più scomodo da salirvi sopra.

 

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.