Passagio lungomare sul bagnasciuga con Fatbike Elettrica
Guida e-Bike, Tecnica

Come guidare sulla sabbia una Fat Bike elettrica: trucchi e consigli

Se la sabbia e la spiaggia sono la ragione di molti acquisti di fatbike, elettriche o muscolari, bisogna avere qualche piccola accortezza per guidare al meglio la bici su tale difficile terreno.

Vediamo subito le basi, qualcosa che va fatto ancora prima di partire e che è forse la domanda più frequente:

PRESSIONE DELLE GOMME

Dipende dal tipo di sabbia e se il vostro percorso comprende altri tipi di fondo stradale, di terreni oppure no:

personalmente odio portarmi dietro la piccola pompetta e mettermi a sgonfiare/gonfiare le gomme mentre sono in giro con la mia fatbike elettrica, ma questi sono gusti personali, conosco biker che ogni tre per due sono fermi con il manometro a controllare e cambiare la pressione delle loro gomme.

Io vado per un valore medio, solitamente leggermente più alto, visto che la spiaggia, e quindi la sabbia è solo una parte del percorso giornaliero, comunque in linea teorica:

più la sabbia è morbida, soft, e più la pressione delle gomme deve essere bassa!

La bassa pressione delle gomme aumenta l’area di contatto tra le gomme ed il suolo, aumentando la trazione, ma anche lo sforzo e la durezza dello sterzo se passate a terreni con fondo duro.

 

Venire a patti con la Sabbia

Pur essendo una delle due ragioni principali per cui molti pensano all’acquisto di una fat bike(l’altra è la neve), passare dalla teoria alla pratica richiede un periodo di aggiustamento e di apprendimento delle differenze di stile di guida necessario.

Intanto nella sabbia, nella spiaggia, non c’è riposo:

si pedala sempre e si fatica sempre, indipendentemente dalla potenza del vostro motore elettrico montato sulla Fat bike.

L’unica eccezione è per chi montando magari un motore bafang che trovate qui:

Bafang

Monta anche il comando acceleratore che ricordo in Italia ed in tutta la comunità europea è illegale a prescindere, anche quando montato su di un motore 250Watt.

A quel punto con il gas si esce dalla guida bici e diventa stile moto:

quando sei incerto… tieni il gas aperto!

Torniamo alle Fat Bike Elettriche con sensore di pressione sulla pedalata, tipo la tecnologia active torque e scopriremo che pedalare sulla sabbia è simile al pedalare in una media salita in fuoristrada, con la differenza che i periodi di riposo delle gambe, cioè il tempo che possiamo togliere forza al pedale sono ancora più brevi.

Ovunque voi andate a fare al vostra scampagnata, anche se decidete di arrivare in cima alla montagna più vicina, prima o poi(più tardi sicuramente di quanto sperate), ma alla fine non si può salir per sempre, un pezzo di pianura e poi di discesa lo trovate, quindi le gambe possono volendo riposarsi un attimo dallo sforzo costante.

Sulla sabbia ed in particolare quella soft, molto fine e molto asciutta no:

non c’è riposo, quindi una certa forma fisica è richiesta, soprattutto a chi è nuovo al mondo della bici e pensa solo perchè ha comprato una fat-bike elettrica nuova di zecca di poter fare percorsi difficili senza  dover fare nessun allenamento precedente.

Se avete fatto caso, molti video delle fat bike elettriche e non, riprese sulla spiaggia, si muovono praticamente solo sulla battigia, con sabbia bella pressata ed umida.

Troppo Facile!

Se vi interessa andare solo lì, la fat-bike quasi ne potreste fare a meno, non è nemmeno lontanamente paragonabile alla sabbia soft e fine di metà spiaggia battuta costantemente dal sole.

 

La Sabbia entra anche in c… qualunque posto:

Inevitabile guidando su sabbia fine ed asciutta che la sabbia entri praticamente ovunque nella bici, ma in certi posti sarebbe meglio che non c’entrasse poi troppa.

I punti chiave di cui vi dovete preoccupare sono:

i freni ed il gruppo corona catena pignoni, oltre naturalmente al vostro motore elttrico che seppur ben impermeabilizzato anche contro l’acqua, va sempre tenuto d’occhio.

Per il gruppo trazione, potete usare qualche impermeabilizzante al teflon che normalmente protegge bene il vostro gruppo trazione:

quando spruzzate logicamente è bagnato, ma dopo un po’ di tempo asciuga rimanendo secco al tatto e quindi impedendo che i granelli di sabbia vi si appiccicano in malo modo compromettendo funzione e durata del meccanismo.

Per questo semplice motivo spruzzare questo spray prima dell’uscita in spiaggia è cosa da non fare, non ha tempo per asciugare e seccarsi completamente!

Va comunque considerato che se molto del vostro tempo lo passate guidando la fat bike elettrica sulla sabbia, sicuramente catena corona e pignoni dureranno molto meno che usandoli per andarci al bar a prendere l’aperitivo in città sul comodo e tranquillo asfalto cittadino.

Altro punto debole abbiamo detto sono i freni, per chi sa come fare, tipo me(presto vi farò vedere un video sul come fare, così possono farlo tutti) conviene alleggerire leggermente la pressione sui pistoncini dei freni, in pratica:

lasciare maggiore spazio tra le pasticche dei freni e la superficie dei dischi, in questo modo la sabbia scorre via molto più facilmente senza incastrasi a forza tra pasticca e disco.

 

Considerazioni finali:

La sabbia e la spiaggia sono divertenti, ma fare lunghi percorsi in essa anche con il motore che aumenta la potenza della nostra pedalata può essere stancante, causa l’obbligo di essere costanti nel pedalare, nessun riposo, inoltre nella spiaggia la maggior parte del tempo si pedala da seduti e con peso spostato sulla parte posteriore del sedile.

Per chi prevede di usarla molto in queste condizioni, un upgrade del proprio sellino può essere una scelta azzeccata, risparmierà inutili dolori posteriori…

Importante avere anche pacco pignoni, pedali e quant’altro con guarnizioni, e paraoli/parapolvere in ottime condizioni, altrimenti come ricordavamo la sabbia entra ovunque e causa maggiore frizione attrito.

Spesso molti pedali di serie sono di bassa lega e quindi sulla sabbia incominciano a girare male dopo poche uscita, un upgrade sui siti principali di accessori costa poco e può aiutare e molto la vostra pedalata.

Infine bisogna ricordare che la sabbia non è l’unico nemico della vostra bici quando viaggiate vicino al mare:

La salsedine è ben peggiore!

Lavare accuratamente la bici dopo ogni uscita per eliminare ogni traccia di sale che tende come sappiamo a corrodere le parti metalliche ed ad incrostare le parti elettriche è un’operazione da non dimenticarsi mai.

A presto!

FatBike-Elettrica.it

 

 

 

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *